Ultimissime!!! Nuove disposizioni in materia di Carte di Identità

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Con il Decreto Legge n. 112 del 24 giugno 2008 sono state rilasciate nuove disposizioni in materia di Carte di Identità. In breve, a partire dal 26 Giugno la validità della CI viene estesa a 10 anni. Vediamo cosa comporta questa novità…

Il Ministero dell’Interno ha emanato la circolare n. 8 del 24 giugno 2008, che potete scaricare qui, per cercare di fare chiarezza sulle novità introdotte dal D.L. 112 del 24/06/2008.

In breve, la circolare dice che, per le Carte di Identità Cartacee:

– a partire dal 26 Giugno, chiunque si rechi presso il Comune a rinnovare la CI non se la vedrà rinnovata, ma si vedrà convalidato il documento originario per ulteriori 5 anni, tramite l’apposizione della dicitura “validità prorogata ai sensi dell’art.31 del D.L. 25/6/2008 n.112 fino al ….. “
– nel caso di primo rilascio, verrà apposta automaticamente la scadenza decennale.

Alcune software house hanno già adeguato il loro applicativo per gestire la nuova scadenza, è quindi importante procedere il prima possibile all’aggiornamento di versione del software demografico.

Si sollevano una serie di aspetti, per i quali non si ha ancora una risposta certa ma per cui si provano ad ipotizzare delle soluzioni basate sul buon senso. Appena si avranno indicazioni più precise verrano immediatamente pubblicate.

1) gli applicativi non ancora aggiornati scrivono automaticamente la data di scadenza sulla CI a 5 anni dall’emissione. Si propone, per correggere la data di scadenza, la cancellazione della scadenza quinquennale ed l’apposizione della data corretta con un timbro (in attesa che le sw house rendano disponibile l’aggiornamento dell’applicativo);

2) se qualcuno ha ottenuto la CI presso un Comune e poi ha cambiato la residenza, dove otterrà l’estensione di validità? Presso il Comune emettitore o quello in cui ha la nuova residenza? Al momento non ci sono notizie precise, si ipotizza presso il Comune in cui ha la nuova residenza;

3) nel caso non si sia ancora aggiornato l’applicativo demografico, non è possibile riportare all’interno dei programmi anagrafici l’estensione di validità (per ogni CI scaduta di solito si emette una CI con un nuovo numero). Si consiglia i Comuni di fotocopiare le CI di cui si estende la validità, per tenere memoria delle operazioni effettuate, in attesa di concordare con le sw house come sistemare la cosa.

4) importante: la circolare dice di applicare l’estensione di validità “nel caso di Carte che compiano la scadenza quinquennale a far data dal 26 giugno2008”. Questo significa che, se qualcuno si reca in Comune con una CI già scaduta in tale data (es perchè si era dimenticato di rinnovarla), si deve procedere all’emissione come nel caso di primo rilascio, emettendo una nuova CI con scadenza decennale.

5) la circolare, e il decreto relativo, dicono inoltre che “ai fini del rinnovo, i Comuni informino i titolari del documento della sua data di scadenza tra il centoottantesimo e il novantesimo giorno antecedente la medesima data.” Si consiglia di cominciare a predisporre le liste per avvertire i Cittadini della scadenza della CI, con un anticipo che va da 90 a 180 giorni (per quelli con scadenza tra meno di 90 giorni non ci sono adempimenti da compiere; si deve gestire la cosa per i cittadini la cui CI scadrà dal 24 settembre in avanti).