Il dominio .gov.it a garanzia di omogeneità e qualità dei siti delle P.A.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

ingranaggio digitale

Tutte le Pubbliche Amministrazioni presenti on line dovranno adottare il dominio .gov.it per i loro siti. Questo è quanto dispone la Direttiva n. 8/09 del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione – Relativa alla riduzione dei siti web delle P.A. e per il miglioramento della qualità dei servizi e delle informazioni on line al cittadino.



Alla base di tale disposizione vi è l’esigenza di rendere facilmente identificabili i siti ufficiali delle PA all’interno della rete e di imporre criteri di qualità dettati da efficacia, usabilità, accessibilità e sicurezza. Le PA dovranno anche effettuare una ricognizione dei loro siti web, eliminando le pagine obsolete o non aggiornate, segnalando al Dipartimento della Funzione Pubblica i siti che intendono dismettere in quanto relativi a progetti abbandonati o già portati a compimento.

Per l’ottenimento del dominio .gov.it è necessaria la rispondenza del sito a direttive e norme che stabiliscono gli standard minimi e forniscono i criteri di controllo, come la Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 maggio 2002 .

Per ora non ci sono scadenze, ma le Amministrazioni Pubbliche che intendano mantenere attivi i siti internet istituzionali finora registrati senza il dominio .gov.it, dovranno provvedere all’integrazione nel più breve tempo possibile.

A fornire l’assistenza tecnica necessaria per la registrazione e la gestione dei domini .gov.it sarà il CNIPA (che dal 29 dicembre 2009 assume la nuova denominazione di DigitPA su disposizione del decreto legislativo n. 177 del 1° dicembre 2009). Spetterà invece al FORMEZ il compito di fornire, secondo le indicazioni del Ministero, il supporto formativo ed informativo alle Amministrazioni per le attività connesse con le applicazioni delle linee guida e del vademecum.

Le procedure operative che le Amministrazioni devono seguire per richiedere la registrazione di un nuovo sottodominio di terzo livello .gov.it oppure la variazione delle caratteristiche e degli attributi di sottodomini già registrati, sono descritte nel documento Procedura per la gestione delle registrazioni dei sottodomini di terzo livello gov.it (DOC).

Dal sito del CNIPA è possibile scaricare le domande per la richiesta di registrazione, per la richiesta di variazione, oltre che la chek list per l’autovalutazione dei siti.