Progetto Internet WiFi nelle scuole

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Dal 9 maggio tutte le scuole che aderiscono al progetto Scuola Mia potranno avere una connessione WiFi gratuita riservata alla didattica con punti di accesso in rete senza fili.

Grazie all’impegno congiunto del Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca e del Ministero per la pubblica amministrazione e l’innovazione, l’iniziativa “Scuole in WiFi” ha l’obiettivo di consentire ad un numero crescente di istituzioni scolastiche di realizzare reti di connettività senza fili (WiFi) interne agli edifici per offrire servizi innovativi, sia di tipo didattico che amministrativo, a docenti, studenti e famiglie.

Possono richiedere la fornitura tutte le istituzioni scolastiche principali statali di ogni ordine e grado del territorio nazionale iscritte sul Portale Scuola Mia.

Il KIT WiFi fornito è composto da:
•    uno o più access point, per il collegamento alla rete internet con modalità senza fili (in linea generale un access point consente di coprire con tecnologia WiFi una distanza di circa 100 metri in assenza di particolari barriere; in presenza di muri o altre barriere il segnale garantisce invece una copertura di 30-50 metri);
•    uno switch, qualora necessario per collegare gli access point al router/modem della scuola (ovvero al punto di accesso ad Internet);
•   i collegamenti di rete necessari per connettere gli access point, l’eventuale switch e il router/modem. Tali collegamenti saranno realizzati mediante la posa di cavi dedicati (UTP – Unshielded Twisted Pair) oppure, ove possibile, utilizzando l’esistente rete elettrica grazie all’impiego di specifici adattatori (PLC – Power Line Communications).

Per maggiori informazioni sui requisiti per accedere alla fornitura, sulle modalità di presentazione delle richieste, sui tempi di presentazione delle richieste, sulla disponibilità dei KIT WiFi, ecc., consultare il testo dell’Avviso.

Rimane aperto il problema dell’autenticazione: anche se non si è più obbligati a tracciare l’accesso alla navigazione ai sensi del Decreto Pisanu, sarebbe necessario bloccarlo agli esterni per evitare che eventuali malintenzionati si possano connettere alla rete, che è sotto la responsabilità della scuola.

Una buona soluzione sarebbe l’implementazione, da parte delle scuole, di un sistema centralizzato di tracciamento e rilascio di pwd tramite cellulare, impostando un proxy di autenticazione sui router forniti dal Ministero. SI.net è disponibile per la progettazione e realizzazione di tali sistemi sia per la singola scuola che per gruppi di scuole.

Per informazioni sui servizi offerti da SI.net per accompagnarti nelle continue sfide legate all’innovazione tecnologica, scrivi a comunicazione@blog.sinetinformatica.it o telefona allo 0331.576848.

Segui SI.net anche su Twitter e su Facebook