Regole tecniche del Codice dell’Amministrazione Digitale: qualcosa si muove

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Sono stati recentemente pubblicati sul sito di DigitPA all’indirizzo i primi documenti riguardanti le regole tecniche previste dall’articolo 71 del Codice dell’Amministrazione Digitale (di seguito CAD), così come modificato dal D.Lgs. 30 dicembre 2010, n. 235.

L’emanazione di queste regole tecniche, i cui rimandi sono contenuti in quasi tutti gli articoli del decreto legislativo 235/2010, condizionano infatti la piena attuazione del CAD, ragion per cui, il 10 marzo 2011, DigitPA ha costituito sei gruppi di lavoro con il compito di definire i decreti o le delibere da elaborare relativamente ad altrettanti ambiti operativi come di seguito descritto:

Gruppo 1. Regole tecniche su formazione, tenuta e conservazione del documento informatico:  prevede la stesura di Regole tecniche sul documento informatico (formazione, copie, duplicati, estratti, attestazione di conformità, conservazione, esibizione) e la predisposizione di Delibere DigitPA per la definizione di modalità per l’accreditamento e per la vigilanza dei prestatori di servizi di conservazione;

Gruppo 2. Regole tecniche identità digitali: prevede la definizione di regole per le estrazioni degli elenchi degli indirizzi PEC di privati (professionisti, aziende, CEC‐PAC), la predisposizione di un DPCM per la definizione di modalità per la consultazione dei certificati di attestazione di qualifiche professionali e di un DPCM per le modalità di identificazione del titolare di casella PEC valevole come strumento di identificazione;

Gruppo 3. Regole tecniche banche dati: prevede la definizione di Linee Guida per la stesura di convenzioni per la fruibilità di dati tra amministrazioni e la predisposizione di un DPCM per individuare le basi di dati di interesse nazionale;

Gruppo 4. Linee Guida per la continuità operativa e infrastrutture critiche nella PA: prevede la stesura di vari schemi per gli Studi di fattibilità tecnica e per le procedure di verifica annuale dei piani;

Gruppo 5. Regole tecniche gestione documento informatico e gestione flussi Documentali: prevede la stesura di un DPCM per la Gestione documentale, il Procedimento amministrativo e il Protocollo informatico;

Gruppo 6. Regole tecniche firma digitale: prevede l’aggiornamento del DPCM 30 marzo 2009 “ Regole tecniche in materia di generazione, apposizione e verifica delle firme digitali e validazione temporale dei documenti informatici”.

Per realizzare queste regole tecniche, che dovranno essere adottate entro gennaio 2012, DigitPA ha previsto un percorso strutturato in undici fasi operative, di cui quattro già realizzate, così come di seguito specificato:
1. Identificazione degli ambiti CAD prioritari (FASE REALIZZATA)
2. Costituzione dei Gruppi di Lavoro (FASE REALIZZATA)
3. Identificazione dei prodotti (Regole tecniche/linee guida) (FASE REALIZZATA)
4. Impostazione degli indici dei prodotti (FASE REALIZZATA)
5. Redazione testo iniziale
6. Validazione del testo con i soggetti pubblici coinvolti
7. Invio ai soggetti privati (stakeholders) e loro commenti
8. Consultazione pubblica (web)
9. Raccolta pareri dovuti (Consiglio di Stato, Corte dei Conti, Garante, etc.)
10. Notifica alla Comunità Europea
11. Redazione testo finale emanazione

I 6 gruppi, ciascuno coordinato da una rappresentante di DigitPA e formato dai rappresentanti delle Amministrazioni pubbliche maggiormente interessate dall’applicazione di quanto trattato, dovranno proporre i propri risultati in consultazione pubblica entro l’estate e tradurli in decreti e delibere attuative entro l’autunno .

Segui SI.net anche su Twitter e su Facebook

Per informazioni sui servizi offerti da SI.net per accompagnarti nelle continue sfide legate all’innovazione tecnologica, scrivi a comunicazione@blog.sinetinformatica.it o telefona allo 0331.576848.