La manovra di Ferragosto abolisce il SISTRI

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Il “decreto manovra” abolisce il Sistema di Tracciamento Digitale dei Rifiuti e mantiene in vigore le vecchie procedure cartacee.

L’articolo 6, commi c) e d) del decreto 12 agosto 2011 cancella il SISTRI e mantiene in vita i registri di carico e scarico dei rifiuti (che avrebbero dovuto essere progressivamente sostituiti dal SISTRI) e il Mud (modello unificato di dichiarazione).

A meno che la conversione in legge del decreto non apporti ulteriori cambiamenti, 300mila imprese di ogni tipologia non dovranno quindi più rispettare il calendario di ingresso progressivo del SISTRI. Perde inoltre di significato l’entrata in vigore (lo scorso martedì 16 agosto) del decreto sulle sanzioni amministrative per i reati ambientali che fa riferimento al SISTRI in merito al sistema sanzionatorio.

Per maggiori informazioni leggi l’articolo de IlSole24Ore: La manovra dice addio al SISTRI

Segui SI.net anche su Twitter e su Facebook

Per informazioni sui servizi offerti da SI.net per accompagnarti nelle continue sfide legate all’innovazione tecnologica, scrivi a comunicazione@blog.sinetinformatica.it o telefona allo 0331.576848.