Il virus Cryptolocker ora si spaccia per comunicato dell’INPS

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Ancora una uova versione di Cryptolocker. Questa volta il virus si traveste da mail inviata dall’INPS.

Diversi Enti stanno ricevendo mail che risultano inviate da supporto@inps.gov.it inerenti all’accertamento della pratica relativa al DURC. In allegato alle mail ci sono file .ZIP contenenti .PDF che in realtà costituiscono una variante del virus cryptolocker in .PIF.

L’allegato, una volta aperto, cripta tutti i dati del disco fisso, e per poter avere la chiave per decifrarli è necessario pagare un riscatto.

Ricordiamo che la prima forma di opposizione è la prevenzione, per cui si raccomanda di non aprire files sospetti.

Per maggiori informazioni sul virus Cryptolocker, leggi i nostri precedenti articoli:

Nuova ondata di Cryptolocker

Cryptolocker si traveste da file .zip

_______________________________________________________

Per informazioni sui servizi di information tecnology offerti da SI.net per accompagnarti nelle continue sfide legate all’innovazione tecnologica, scrivi a comunicazione@blog.sinetinformatica.it o telefona allo 0331.576848.

Per ricevere aggiornamenti sulle tematiche relative all’innovazione e all’ICT iscriviti alla nostra newsletter.

Segui SI.net anche su Twitter e su Facebook