Nuove regole per i certificati di espatrio dei minori di anni 15

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Con la circolare n. 16 del 31 maggio 2010, il Ministero dell’Interno ha dettato nuove regole in merito a requisiti e modalità di stampa dei certificati di espatrio per i minori di anni 15. Il provvedimento è nato dall’esigenza di uniformare i diversi modelli in circolazione del documento, che per i minori di anni 15 sostituisce la carta d’identità.



In base all’Accordo Europeo sulla circolazione di persone all’interno dei Paesi membri del Consiglio d’Europa (concluso a Parigi il 13 dicembre del 1957), i cittadini appartenenti ai Paesi contraenti possono entrare negli altri Stati aderenti – per un periodo inferiore o uguale a 3 mesi – portando, tra gli altri documenti previsti, il certificato contenente i dati anagrafici rilasciati dall’Amministrazione Comunale del luogo di nascita o residenza, con fotografia vidimata dalla Polizia. Questa certificazione, corrispondente in passato al certificato di nascita del minore, è stata sostituita nelle diverse realtà con modelli differenti, stampati in vari formati. Si è così determinata l’esigenza di standardizzare il certificato e la dicitura dell’autorizzazione all’espatrio rilasciata dalla Questura.

A partire dal 7 giugno 2010 i certificati di espatrio per i minori di anni 15 dovranno quindi uniformarsi ai seguenti requisiti:
–    i Comuni dovranno stampare i suddetti certificati di nascita e cittadinanza italiana su carta intestata in formato A4;
–    l’autorizzazione all’espatrio sarà posizionata sul retro del certificato di nascita e cittadinanza;
–    la fotografia e la relativa autentica saranno apposte dalla Questura, successivamente alla stampa dell’autorizzazione suddetta;
–    il documento così validato non avrà durata superiore ai 12 mesi (Reg. CE n. 2252/2004);
–    non sarà specificato fino a quale anno di vita è necessario che il minore viaggi accompagnato;
–    nel caso del minore tra i 14 e i 15 anni non ancora compiuti, che può viaggiare da solo, il funzionario della Questura procederà a barrare la parte con la dicitura “il minore sarà accompagnato da…”;
–    il testo riporta, oltre all’italiano, le lingue tedesco/inglese/francese e sloveno (secondo l’ordine ufficiale delle lingue UE adottato per i testi comunitari).

Scarica qui il pdf della circolare, che è possibile trovare anche sul sito di ANUSCA .

 

SI.net, all’interno del proprio sito internet, del profilo su Twitter e della pagina su Facebook Laboratorio di innovazione per le PA, pubblica puntualmente notizie ed approfondimenti relativi all’innovazione nelle PA.

Per informazioni: sinet@blog.sinetinformatica.it – numero unico servizio clienti: 0331-576848