Nomi di marchi e città saranno i nuovi domini web

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
L’ICANN (Internet Corporation for Assigned Names and Numbers) ha stabilito che le organizzazioni pubbliche e private potranno utilizzare il proprio nome come dominio per i siti web.

Non solo .com o .net, ma .nome fantasia. Questo il risultato della rivoluzionaria decisione dell’ICANN, l’Ente internazionale preposto ai nomi a dominio.

Si apre dunque la strada ai domini di primo livello generici (gTLD) brandizzati. Come illustrato dall’ICANN stesso, “i nomi degli indirizzi internet potranno terminare con quasi qualsiasi parola in qualunque lingua, offrendo alle organizzazioni di tutto il mondo l’opportunità di fare pubblicità ai propri marchi, prodotti, community o cause in modi nuovi e innovativi”.

Attualmente esistono 22 nomi di dominio generici (.com, .org, .info, …) e circa 250 domini con nomi di paesi (.it, .fr, .uk, …). A breve assisteremo dunque all’avvento di numerosi nuovi domini con nomi di fantasia: soprattutto marchi famosi e grandi città (ad es. .pechino).

L’ICANN accetterà le proposte da parte di organizzazioni pubbliche e private con una storia alle spalle a partire dal gennaio 2012 fino all’aprile dello stesso anno e provvederà a rendere operativi i domini entro la fine del 2013. Ogni dominio costerà 185mila dollari, somma che i grandi brand non dovrebbero avere troppi problemi a pagare, ma che dovrebbe escludere speculazioni da parte di terzi.

Segui SI.net anche su Twitter e su Facebook

Per informazioni sui servizi offerti da SI.net per accompagnarti nelle continue sfide legate all’innovazione tecnologica, scrivi a comunicazione@blog.sinetinformatica.it o telefona allo 0331.576848.