Mettiamoci la faccia, proroga per i piccoli Comuni

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Prorogata al 28 febbraio 2012 la durata dell’avviso per la corresponsione di un bonus di ammontare fisso per l’acquisto di dotazioni tecnologiche per la partecipazione all’iniziativa “Mettiamoci la faccia” da parte dei piccoli Comuni e Unioni di Comuni.

Con provvedimento del 27 giugno 2011 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 169 del 22 luglio 2011) è stata prorogata al 28 febbraio 2012 la durata dell’avviso per la corresponsione di un bonus di ammontare fisso per l’acquisto – sul Mercato elettronico per le Pubbliche Amministrazioni – da parte dei piccoli Comuni e delle Unioni di Comuni, di dotazioni tecnologiche per la partecipazione all’iniziativa “Mettiamoci la faccia”.

“Mettiamoci la faccia” è un’iniziativa pilota promossa dal Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, in partnership con Enti nazionali e Amministrazioni locali. Lo scopo è quello di rilevare in maniera sistematica attraverso l’utilizzo di emoticons, la soddisfazione di cittadini e utenti per i servizi pubblici erogati agli sportelli o attraverso altri canali (web e telefono).
Le emoticon hanno il vantaggio:
•   per i Cittadini: di poter esprimere un giudizio sul servizio utilizzato in maniera semplice ed immediata;
•   per l’Amministrazione: di disporre di una descrizione sintetica della percezione degli utenti dei servizi, a basso grado di complessità.

Le Amministrazioni interessate possono partecipare all’iniziativa predisponendo un proprio piano di sperimentazione, in base alle linee guida del Dipartimento della Funzione Pubblica e sottoscrivendo una dichiarazione di adesione.

Per maggiori informazioni è possibile visitare l’apposita sezione del sito www.qualitapa.gov.it

Per informazioni sui servizi offerti da SI.net per accompagnarti nelle continue sfide legate all’innovazione tecnologica, scrivi a comunicazione@blog.sinetinformatica.it o telefona allo 0331.576848.

Segui SI.net anche su Twitter e su Facebook