La PA verso gli open data

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Presentata dai ministri Brunetta e Brambilla l’operazione Open Government, dati aperti e App. Illustrati il portale dedicato e il concorso Apps4Italy, aperto a cittadini, associazioni, aziende, sviluppatori e uffici pubblici.

Solo qualche giorno fa sul nostro sito, all’interno della rubrica Parliamo di…, abbiamo affrontato il tema degli open data nella PA, presentando l’esperienza della regione Piemonte, prima in Italia e tra le prime in Europa a mettere a disposizione di cittadini e imprese i propri dati. Avevamo aperto una riflessione su come gli open data nella Pubblica Amministrazione costituiscano un efficace strumento di trasparenza dell’attività amministrativa e allo stesso tempo un’opportunità di sviluppo per le imprese, a tutto vantaggio della collettività.

Con il lancio, il 18 ottobre scorso, del portale www.dati.gov.it – che si candida a diventare punto di riferimento per gli open data della PA italiana – si dà un’importante spinta verso l’open governemt. Già oggi sul portale sono presenti i link e le descrizioni di 148 database pubblici resi disponibili dalle Pubbliche Amministrazioni che per prime hanno dato riscontro all’iniziativa. Si tratta di dati messi a disposizione di tutti coloro che li vorranno riutilizzare per sviluppare applicazioni dedicate o a fini di analisi, in modo completo, tempestivo, accessibile, leggibile da altri computer, non proprietario e libero da licenze, riutilizzabile e ricercabile.

“Rendere trasparente la PA – ha spiegato Brunetta – significa ormai agire sul fronte dell’open data. I dati pubblici vanno liberati, rendendoli disponibili su supporti leggibili (anche su smartphone e tablet), modificabili e in formato aperto”.

Durante la conferenza stampa il ministro Brunetta ha inoltre illustrato le diverse Apps fin qui ideate a Palazzo Vidoni:
–    “Domande e risposte della PA”: un’applicazione web che consente di accedere a circa 2.000 quesiti risolti dal Contact Center di Linea Amica;
–    “Indirizzi della PA”: mette online oltre 100.000 indirizzi della Pubblica Amministrazione appartenenti a 33.000 enti;
–   ” Linea Amica”: permette l’accesso alle principali funzioni del portale degli italiani;
–    “Auto blu”: fornisce ai cittadini i dati relativi al parco auto della Pubblica Amministrazione;
–    “Semplificare: burocrazia diamoci un taglio”: consente a chi ha subìto un’inutile complicazione burocratica e ha un’idea per risolverla di raccontare la propria storia, segnalare e inviare proposte di semplificazione;
–   “i-Certificati” è un’applicazione per la gestione telematica in mobilità dell’invio, della rettifica e dell’annullamento dei certificati di malattia all’INPS da parte dei medici;
–  “CAD”: un’applicazione iPad che mette a disposizione il nuovo Codice dell’Amministrazione Digitale, entrato in vigore lo scorso 25 Gennaio;
–    “CERT-SPC”: una App per dispositivi mobili che consente di visualizzare gli ultimi bollettini pubblicati e di essere aggiornati sulle risorse, le iniziative e gli eventi organizzati dall’unità di prevenzione degli incidenti informatici (CERT – Compuer Emergency Response Team) del Sistema Pubblico di Connettività (SPC).

Alcune di queste applicazioni sono già disponibili, altre lo saranno presto presso l’Applestore e lo store Android.

L’incontro con i giornalisti è servito anche alla presentazione del contest Apps4Italy, un concorso di idee online aperto a cittadini, associazioni, aziende e sviluppatori affinché progettino soluzioni utili basate sull’utilizzo del patrimonio informativo pubblico. Una sezione speciale di tale premio sarà dedicata alle amministrazioni per dare spazio alla creatività e all’iniziativa degli uffici. Il contest si aprirà il prossimo 20 novembre e verrà chiuso il 10 gennaio 2012. La premiazione dei vincitori avverrà dieci giorni dopo e l’augurio è che per quella data nel portale www.dati.gov.it siano presenti un alto numero di database aperti e almeno un centinaio di App sviluppate dalle amministrazioni e dal mercato. “Si tratta – ha concluso Brunetta – di un gioco che, a diversi livelli, coinvolge tutti gli operatori (cittadini, imprese, amministratori pubblici, dipendenti pubblici, pubbliche amministrazioni) con l’obiettivo di dare vita a un’amministrazioni più moderna, e quindi in grado di offrire servizi più efficienti ai suoi cittadini-clienti”.

Fonte: Dati aperti e App: il Ministro Brunetta presenta con la collega Brambilla “Open Government” e lancia il contest “Apps4Italy, sul sito del Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’innovazione

Segui SI.net anche su Twitter e su Facebook

Per informazioni sui servizi offerti da SI.net per accompagnarti nelle continue sfide legate all’innovazione tecnologica, scrivi a comunicazione@blog.sinetinformatica.it o telefona allo 0331.576848.