W3C, nuovi standard a tutela della privacy online

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Il World Wide Web Consortium (W3C) sta lavorando alle specifiche Do Not Track con lo scopo di promuovere nuovi standard per un web più attento alla privacy degli utenti web.

Il W3C, in collaborazione con Apple, Google, Microsoft, Facebook, Mozilla ed altri nomi di spicco del web, ha pubblicato una prima bozza di una serie di specifiche dirette a sviluppare nuove tecnologie standardizzate e condivise in grado di salvaguardare la riservatezza della navigazione in rete.

Se ci sono infatti degli utenti che trovano dei vantaggi nel tracciamento dei dati e nei servizi web personalizzati, altri avvertono maggiormente l’esigenza di tutelare la propria privacy. Occorre quindi dare ad ognuno la possibilità di scegliere se condividere o meno con i siti internet visitati le proprie informazioni personali e al tempo stesso limitare agli aspetti essenziali la tracciabilità dei dati.

E’ questo lo scopo dello standard che dovrebbe essere pronto entro l’estate 2012 e conterrà le specifiche relative agli strumenti attraverso i quali l’utente potrà impedire il tracciamento dei propri dati. I gestori dei siti web potranno a loro volta implementare le nuove tecnologie del Do Not Track nelle pagine online. Non si tratta di un obbligo, ma il gruppo di lavoro sta definendo specifiche software relative alle impostazioni del browser che indicheranno quali siti sono più rispettosi della privacy. Gli standard definiti dal W3C dovranno anche porre fine all’attuale confusione in cui i diversi produttori di browser adottano sistemi Do Not Track non compatibili.

Per approfondimenti: W3C Announces First Draft of Standard for Online Privacy sul sito del W3C

Per informazioni sui servizi offerti da SI.net per accompagnarti nelle continue sfide legate all’innovazione tecnologica, scrivi a comunicazione@blog.sinetinformatica.it o telefona allo 0331.576848. Segui SI.net anche su Twitter e su Facebook