Open Data, in Piemonte la prima legge regionale

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Il Piemonte è la prima Regione italiana a dotarsi di una legge sulla pubblicazione e il riuso dei dati dell’Amministrazione pubblica. Il testo, che si compone di sei articoli, è stato approvato all’unanimità dei votanti nella seduta del 20 dicembre.

La Regione Piemonte, dotandosi di una legge regionale, obbliga l’amministrazione – come dichiarato nel comunicato stampa istituzionale – “ad assicurare la disponibilità, la gestione, l’accesso, la trasmissione, la conservazione e la fruibilità dei dati in modalità digitale. Si tratta di un rilevante contributo di modernizzazione ed innovazione che, recependo le disposizioni del Codice dell’Amministrazione Digitale, offre ai cittadini un ulteriore strumento di controllo e al sistema economico una nuova opportunità di sviluppo”.

Sul nostro sito abbiamo già presentato l’esperienza della regione Piemonte, prima in Italia e tra le prime in Europa a mettere a disposizione di cittadini e imprese i propri dati già dal maggio 2010. Abbiamo quindi aperto una riflessione su come gli open data nella Pubblica Amministrazione costituiscano un efficace strumento di trasparenza dell’attività amministrativa e allo stesso tempo un’opportunità di sviluppo per le imprese, a tutto vantaggio della collettività.

Con il lancio, il 18 ottobre scorso, del portale nazionale www.dati.gov.it e ora con la prima legge regionale in materia si è data un’importante spinta verso l’open governemt e le relative molteplici opportunità di trasparenza e utilizzo per le amministrazioni e i cittadini.

Segui SI.net anche su Twitter e su Facebook

Per informazioni sui servizi offerti da SI.net per accompagnarti nelle continue sfide legate all’innovazione tecnologica, scrivi a comunicazione@blog.sinetinformatica.it o telefona allo 0331.576848.