La spending review rimescola le carte anche sulla gestione associata dell’ICT

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Il DL 95/2012 modifica anche la situazione relativa alla gestione associata dell’ICT, abrogando i commi 3-bis e successivi dell’art. 14 del CAD che imponevano ai Comuni con meno di 5.000 abitanti di aggregarsi in strutture con un bacino di almeno 30.000 abitanti. L’asticella si abbassa ad aggregazioni con 10.000 abitanti e il servizio ICT viene “inglobato” nelle funzioni fondamentali di cui al DL 78/2010.

L’art. 14 del Codice dell’Amministrazione Digitale era stato modificato lo scorso febbraio dal Decreto Semplificazioni (DL 5/2012), che introducendo i commi 3-bis e seguenti aveva imposto l’obbligo per i Comuni con meno di 5.000 abitanti di aggregarsi nella gestione dell’ICT in strutture con un bacino di almeno 30.000 abitanti. Questa forma di aggregazione non era coerente con le altre indicazioni relative alle aggregazioni di Comuni contenute nel DL 78/2010, che fissava a 10.000 abitanti il bacino minimo di aggregazione per la gestione associata di alcuni servizi fondamentali.

La spending review, quindi, fa un passo indietro rispetto a pochi mesi fa con l’obiettivo di incasellare in un tessuto organizzativo più omogeneo la gestione dell’ICT: l’art. 19 infatti va ad abrogare le indicazioni riportate nel Codice dell’Amministrazione Digitale, riportando la gestione associata dell’ICT nel DL 78/2010: “Se l’esercizio di tali funzioni è legato alle tecnologie dell’informazione e della comunicazione, i comuni le esercitano obbligatoriamente in forma associata secondo le  modalità stabilite dal presente articolo, fermo  restando  che  tali  funzioni comprendono la realizzazione e la gestione di infrastrutture tecnologiche, rete dati, fonia, apparati, di banche dati, di applicativi software, l’approvvigionamento di licenze per il software, la formazione informatica e la consulenza nel settore dell’informatica.

Il bacino di abitanti, quindi, viene ricondotto ai 10.000 come per la gestione degli altri servizi fondamentali, “salvo diverso limite demografico individuato dalla regione entro i tre mesi antecedenti il primo termine di esercizio associato obbligatorio delle funzioni fondamentali”.

Le scadenze per l’aggregazione sono il 1° gennaio 2013 per almeno 3 delle funzioni fondamentali e il 1° gennaio 2014 per le rimanenti funzioni.

Segui SI.net anche su Twitter e su Facebook. Iscriviti alla nostra newsletter.

Per informazioni sui servizi offerti da SI.net per accompagnarti nelle continue sfide legate all’innovazione tecnologica, scrivi a comunicazione@blog.sinetinformatica.it o telefona allo 0331.576848.