Piano anticorruzione nella PA al vaglio della CiVIT

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Dopo la firma del Ministro per la Funzione Pubblica Gianpiero D’Alia, il Piano anticorruzione nella PA è ora al vaglio della CiVIT– la Commissione indipendente per la Valutazione e l’Integrità delle Amministrazioni Pubbliche.

Alla Commissione spetta la valutazione dei punti contenuti nella legge 190/2012.

Nel frattempo Ministeri e Istituzioni statali – tranne quelle locali – sono già sottoposte all’efficacia del Piano anticorruzione.

Non appena le nuove disposizioni diverranno operative anche per gli Enti locali, questi dovranno varare il Piano triennale di prevenzione della corruzione, previa individuazione di un Responsabile generale dell’Ente, di regola il segretario comunale, anche se al sindaco rimane la facoltà di insignire un’altra figura della responsabilità di “vigile” della struttura pubblica.

Per maggiori informazioni, leggi l’articolo “Anticorruzione, il ministro D’Alia firma il Piano: le novità e il testo” su LeggiOggi

_______________________________________________________

Per ricevere aggiornamenti sulle tematiche relative all’innovazione e all’ICT nella PA e nelle Aziende iscriviti alla nostra newsletter.

Per informazioni sui servizi offerti da SI.net per accompagnarti nelle continue sfide legate all’innovazione tecnologica, scrivi a comunicazione@blog.sinetinformatica.it o telefona allo 0331.576848.

Segui SI.net anche su Twitter e su Facebook