Attacchi informatici, impreparate la gran parte delle imprese

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Il valore di un’azienda è rappresentato soprattutto dai propri dati, eppure da una ricerca di della divisione sicurezza di Ernst & Young risulta che il 96% delle imprese è impreparato a un attacco informatico.

Le informazioni viaggiano quotidianamente attraverso i computer aziendali e la rete internet: virus informatici, attacchi e intrusioni possono portare alla distruzione, al furto o ad una perdita di dati preziosi per l’attività aziendale. I danni possono essere permanenti e causare il rallentamento o il blocco del lavoro, con conseguenti importanti perdite economiche per l’azienda.

Eppure, dalla ricerca condotta negli Stati Uniti che rappresenta comunque un indice della situazione nel nostro paese ed in Europa in genere, risulta che le aziende sono spesso impreparate a fronteggiare gli attacchi informatici.
Il 50% dei 1909 manager d’azienda intervisti ha dichiarato che il problema è dovuto soprattutto alla mancanza di risorse interne qualificate. Il 65% delle aziende individua nei vincoli di bilancio un ostacolo che deve essere superato, soprattutto a fronte del crescere delle minacce informatiche. Aspetto positivo è che quasi la metà delle imprese si sta attivando per aumentare i fondi di bilancio destinati alla sicurezza.

Leggi anche: “In crescita gli attacchi informatici alle aziende” di Studio Legale Lisi

_______________________________________________________

SI.net Servizi Informatici supporta l’azienda nella protezione dei dati e delle infrastrutture informatiche procedendo all’installazione, configurazione, gestione e monitoraggio di sistemi efficaci per il controllo della sicurezza quali firewall, proxy, antivirus, antimalware e antispam. Per informazioni sui servizi offerti da SI.net per accompagnarti nelle continue sfide legate all’innovazione tecnologica, scrivi a comunicazione@blog.sinetinformatica.it o telefona allo 0331.576848.

Per ricevere aggiornamenti sulle tematiche relative all’innovazione e all’ICT iscriviti alla nostra newsletter.

Segui SI.net anche su Twitter e su Facebook