Il nuovo avviso PNRR per la migrazione al cloud per i Comuni – luglio 2022

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn

Lunedì 25 luglio è stato pubblicato sul sito padigitale2026.gov.it il nuovo avviso per l’investimento 1.2 “Abilitazione al cloud per le PA locali” Comuni Luglio 2022, per una dotazione complessiva di 215 milioni di euro.

La comunicazione si presenta come una replica del precedente Avviso Investimento 1.2 “Abilitazione al cloud per le PA Locali” Comuni Aprile 2022 e come quello prevede un finanziamento forfettario in relazione al numero di servizi migrati verso soluzioni di Public Cloud Qualificate. I Comuni che hanno partecipato al precedente non potranno partecipare al nuovo.

Ricordiamo che con Servizio l’avviso identifica il servizio pubblico erogato dal singolo Ente e che può prevedere uno o più Applicativi. La migrazione al cloud dovrà dunque tradursi nella migrazione di tutti gli applicativi che sottendono il servizio individuato entro i tempi stabiliti dal piano di migrazione.

Viene ripreso anche il cronoprogramma che prevede in primis il 1° di febbraio 2020 quale data di decorrenza per le attività di migrazione da ricomprendere nel piano di migrazione per ottenere il finanziamento e quella del 30 settembre 2022 quale data di chiusura (salvo esaurimento precedente delle risorse).

Come nel precedente avviso i Comuni potranno effettuare la migrazione avvalendosi dei due modelli di migrazione:

  • Trasferimento in sicurezza dell’infrastruttura IT
  • Aggiornamento in sicurezza di applicazioni in Cloud.

Sono infine calcolate sulle dimensioni dell’ente sia le tempistiche per la realizzazione delle attività (contrattualizzazione del  fornitore e conclusione di tutte le migrazioni indicate nel piano di migrazione) sia il numero minimo ed il numero massimo di servizi da migrare per ottenere il finanziamento.

Per i Comuni fino a 2.500 abitanti:

  • 6 mesi per la contrattualizzazione del fornitore dalla data della notifica del decreto di finanziamento;
  • 15 mesi dalla data di attivazione del contratto con il fornitore per la conclusione delle attività di migrazione;
  • 7 è il numero minimo di servizi da migrare e 9 quello massimo;
  • 1.528,00 euro è l’importo per il trasferimento in sicurezza dell’infrastruttura IT di un singolo servizio e 4.603,00 euro quello per l’aggiornamento in sicurezza di applicazioni in Cloud;
  • 6.000,00 euro il canone primo anno di finanziamento aggiuntivo.

Per i Comuni da 2.500 a 5.000 abitanti:

  • 6 mesi per la contrattualizzazione del fornitore dalla data della notifica del decreto di finanziamento;
  • 15 mesi dalla data di attivazione del contratto con il fornitore per la conclusione delle attività di migrazione;
  • 10 è il numero minimo di servizi da migrare e 13 quello massimo;
  • 2.352,00 euro è l’importo per il trasferimento in sicurezza dell’infrastruttura IT di un singolo servizio e 5.069,00 euro quello per l’aggiornamento in sicurezza di applicazioni in Cloud;
  • 12.000,00 euro il canone primo anno di finanziamento aggiuntivo.

Per i Comuni da 5.001 a 20.000 abitanti:

  • 6 mesi per la contrattualizzazione del fornitore dalla data della notifica del decreto di finanziamento;
  • 15 mesi dalla data di attivazione del contratto con il fornitore per la conclusione delle attività di migrazione;
  • 11 è il numero minimo di servizi da migrare e 14 quello massimo;
  • 4.146,00 euro è l’importo per il trasferimento in sicurezza dell’infrastruttura IT di un singolo servizio e 6.928,00 euro quello per l’aggiornamento in sicurezza di applicazioni in Cloud;
  • 25.000,00 euro il canone primo anno di finanziamento aggiuntivo.

Per i Comuni da 20.001 a 50.000 abitanti:

  • 9 mesi per la contrattualizzazione del fornitore dalla data della notifica del decreto di finanziamento;
  • 18 mesi dalla data di attivazione del contratto con il fornitore per la conclusione delle attività di migrazione;
  • 11 è il numero minimo di servizi da migrare e 14 quello massimo;
  • 9.143,00 euro è l’importo per il trasferimento in sicurezza dell’infrastruttura IT di un singolo servizio e 14.437,00 euro quello per l’aggiornamento in sicurezza di applicazioni in Cloud;
  • 50.000,00 euro il canone primo anno di finanziamento aggiuntivo.

Per i Comuni da 50.001 a 100.000 abitanti:

  • 9 mesi per la contrattualizzazione del fornitore dalla data della notifica del decreto di finanziamento;
  • 18 mesi dalla data di attivazione del contratto con il fornitore per la conclusione delle attività di migrazione;
  • 14 è il numero minimo di servizi da migrare e 18 quello massimo;
  • 14.253,00 euro è l’importo per il trasferimento in sicurezza dell’infrastruttura IT di un singolo servizio e 16.618,00 euro quello per l’aggiornamento in sicurezza di applicazioni in Cloud;
  • 120.000,00 euro il canone primo anno di finanziamento aggiuntivo.

Per i Comuni da 100.001 a 250.000 abitanti:

  • 9 mesi per la contrattualizzazione del fornitore dalla data della notifica del decreto di finanziamento;
  • 18 mesi dalla data di attivazione del contratto con il fornitore per la conclusione delle attività di migrazione;
  • 17 è il numero minimo di servizi da migrare e 21 quello massimo;
  • 15.394,00 euro è l’importo per il trasferimento in sicurezza dell’infrastruttura IT di un singolo servizio e 27.694,00 euro quello per l’aggiornamento in sicurezza di applicazioni in Cloud;
  • 450.000,00 euro il canone primo anno di finanziamento aggiuntivo.

Per i Comuni maggiori di 250.000 abitanti:

  • 9 mesi per la contrattualizzazione del fornitore dalla data della notifica del decreto di finanziamento;
  • 18 mesi dalla data di attivazione del contratto con il fornitore per la conclusione delle attività di migrazione;
  • 17 è il numero minimo di servizi da migrare e 21 quello massimo;
  • 46.634,00 euro è l’importo per il trasferimento in sicurezza dell’infrastruttura IT di un singolo servizio e 75.816,00 euro quello per l’aggiornamento in sicurezza di applicazioni in Cloud;
  • 3.500.000,00 euro il canone primo anno di finanziamento aggiuntivo.

Per informazioni sull’offerta di SI.net Servizi Informatici per accompagnarti nelle continue sfide legate alla trasformazione digitale, scrivi a comunicazione@sinetinformatica.it o telefona allo 0331.576848.

Per ricevere aggiornamenti sulle tematiche relative all’innovazione nell’ICT iscriviti alla nostra newsletter.

Segui SI.net anche su Twitter, Facebook, YouTube, LinkedIn, Telegram